un cane
non si acquista,
si adotta,
ed è per sempre!!
il cane è il miglior
amico dell'uomo ma l'uomo, è il miglior
amico del cane?

EDUCAZIONE

autoeducazione
una buona ragione
proposta BASE
seduto
comando NO
basta
il gioco
il collare
il guinzaglio
senza guinzaglio
condotta
seduto fermo
fermo in movimento
la museruola
terra
terra fermo
controllo
il cane chiede
lascia
ostacoli
angoli ciechi
vieni
vieni al piede
vieni torna
la pallina (riporto)
in auto con il cucciolo
in auto con l'adulto
pratica dell'allegria
dai la zampa
aspetta
a cuccia


SORDITA'

preparazione
seduto
seduto fermo
terra
terra fermo


DISABILITA'

considerazioni
come fare
attività fisiologiche
il pasto
in auto - passeggio
cura delle zampe


CORREZIONI
BRUTTI VIZI
COMPORTAMENTO

evasioni
bocconi sospetti
botti di capodanno
nascita di un bambino
atteggiamenti
ulula
razze carattere
l'arrivo degli ospiti
l'ospite sgradito
rincorre
incontri con cani convivenza tra cani
diffidenza
aggressività
aggressioni
attacchi a bambini
pacificazione
falsa gravidanza
sterilizzazione


FOBIE-STRESS

stress
fobia?
noia
separazione
paura di rumori forti
paura dell'auto
paura del traffico
paura dei tuoni
paura dell'ospite
paura estranei 1
paura estranei 2

 

ANEDDOTI

NERGIO CHI?

CURIOSITA'

Questioni Legali

i ritratti di MANU
MALATTIE

chiedi AIUTO


Se sei su Facebook chiedi l'amicizia a NERGIO
anagrafe canina e relativo microchip
i cani possono imparare ...l'educazione secondo Nergio
correzioni

Anagrafe canina
Microchip di riconoscimento
Modalità di richiesta
In ogni Comune è istituita l'anagrafe dei cani. I proprietari di cani, gli allevatori e di detentori di cani a scopo di commercio sono tenuti ad iscrivere i propri animali all'anagrafe canina del Comune di residenza. L'iscrizione del cane va fatta entro 30 giorni dalla nascita dell'animale o da quando ne vengono, a qualsiasi titolo, in possesso, compilando apposito modulo da ritirare presso l'ufficio competente, nel quale devono essere specificate le caratteristiche del cane (nome, razza, taglia, pelo, colore del mantello, macchie del mantello, muso, orecchie, coda, data di nascita, sesso). Fatti salvi eventuali problemi di ordine sanitario, non c'è limitazione numerica di detenzione di animali per singolo proprietario.

Modalità di erogazione
I Comuni all'atto dell'iscrizione di un cane all'anagrafe canina, consegnano al proprietario un microchip di riconoscimento identificato da un numero di codice che contraddistingue l'animale e rilasciano la documentazione ufficiale (in 3 copie) comprovante l'avvenuta iscrizione. Una copia dovrà venire consegnata al veterinario, una copia rimarrà al proprietario e la terza copia dovrà venire restituita al Comune non appena il microchip sarà stato applicato all'animale. L'inserimento sottocutaneo del microchip dovrà essere eseguito dal servizio veterinario dell'azienda USL competente o dal proprio veterinario di fiducia in modo indolore e tale da non recare danno all'animale. Qualora si possieda un cane che risulti essere stato in passato tatuato ma il cui tatuaggio risulti illeggibile, il proprietario sarebbe tenuto a fare sostituire il codice con l'inserimento del microchip. Sono esentati dall'identificazione mediante microchip i cani già tatuati per effetto dell'iscrizione a libri genealogici ufficiali di razza ed i cani per i quali il veterinario curante rilasci certificazione scritta di incompatibilità all'applicazione del microchip per cause fisiche. I proprietari di cani sono altresì tenuti a segnalare, compilando apposito modulo da ritirarsi presso l'ufficio competente, entro 15 giorni ai comuni interessati, la cessione o la morte di un animale nonchè eventuali cambiamenti della propria residenza. L'iscrizione del cane all'anagrafe canina del comune di nuova residenza del proprietario non comporta la modifica del codice di riconoscimento con il quale il cane è stato identificato. La mancata iscrizione del cane all'anagrafe canina come la mancata applicazione del microchip di identificazione comporta l'applicazione di una sanzione amministrativa.

Normativa e date a maggio 2004
  • Attualmente il microchip come sistema identificativo dei cani è obbligatorio solo in alcune Regioni.
  • La Regione che lo prevede da più tempo è il Friuli Venezia Giulia, dal 1993.
  • Il microchip dovrebbe diventare obbligatorio in tutta Italia dal 1° gennaio 2005 in base all'Accordo Stato-Regioni del febbraio scorso.
  • Nell'Unione Europea, invece, sarà obbligatorio dal 2008.
  • Dal 3 luglio 2004, in base ad un Regolamento europeo, per far uscire cani, gatti e furetti, dall'Italia sarà obbligatorio il microchip.
Intendimento
Se l'animale identificato con microchip viene smarrito o rubato, può essere rintracciato facilmente grazie alle banche dati nelle quali lo stesso animale è registrato. Il sistema di identificazione elettronica è un deterrente per chi intende liberarsi del proprio animale.
Identificazione del cane
La vecchia metodologia d'identificazione del cane si avvaleva del "tatuaggio" che comportava molti disagi:
a) necessità di una sedazione od anestesia;
b) difficoltà di lettura dei dati tatuati;
c) scolorimento dell'Inchiostro;
d) enorme diversificazione di sigle tatuate;
Per ovviare alle suddette problematiche, gli enti competenti hanno trovato risposte positive dell'utilizzo del trasponder (microchip)
Il codice del microchip
Le prime tre cifre del codice identificano la ditta produttrice, le altre il paese di fabbricazione ed il numero del microchip.
Sede del microchip
In Europa il microchip viene impiantato nel sottocute della porzione media sinistra del collo. In Italia convenzionalmente si inserisce sottopelle, dietro l'orecchio sinistro dell'animale, con una piccola anestesia locale.
Il microchip
Il microchip ISO, detto anche trasponder, è costituito da una capsula iniettabile di vetro biocompatibile. Essa contiene un chip su cui è impresso un codice a 15 cifre. Il microchip non attivato è completamente inerte e non emette alcun tipo di onda. La superficie esterna della capsula è trattata con microsolchi per facilitare l'ancoraggio nei tessuti sottocutanei ed impedirne la migrazione. Il microchip ha una dimensione esterna di circa mm 11 di lunghezza e di mm 2 di diametro, ed è contenuto in un ago monouso, che può essere applicato su una particolare siringa o un iniettore a pistola. Il microchip impiantato accompagnerà il cane per tutta la vita.
L'ago contenente il microchip
L'ago è incapsulato in un involucro sterile da aprire immediatamente prima dell'uso . La confezione riporta una data di scadenza che si riferisce alla sterilità dell'involucro. Il microchip impiantato accompagnerà il cane per tutta la vita. Per accertarne il funzionamento è consigliabile un periodico controllo tramite un lettore .

torna al menu

 

CUCCIOLI


PRIMI PASSI


CANI TIPO

MONDO CANE

MODI D'USO


LE MIE STORIE


NOZIONI


LEGISLAZIONE