un cane
non si acquista,
si adotta,
ed è per sempre!!
il cane è il miglior
amico dell'uomo ma l'uomo, è il miglior
amico del cane?

EDUCAZIONE

autoeducazione
una buona ragione
proposta BASE
seduto
comando NO
basta
il gioco
il collare
il guinzaglio
senza guinzaglio
condotta
seduto fermo
fermo in movimento
la museruola
terra
terra fermo
controllo
il cane chiede
lascia
ostacoli
angoli ciechi
vieni
vieni al piede
vieni torna
la pallina (riporto)
in auto con il cucciolo
in auto con l'adulto
pratica dell'allegria
dai la zampa
aspetta
a cuccia


SORDITA'

preparazione
seduto
seduto fermo
terra
terra fermo


DISABILITA'

considerazioni
come fare
attività fisiologiche
il pasto
in auto - passeggio
cura delle zampe


CORREZIONI
BRUTTI VIZI
COMPORTAMENTO

evasioni
bocconi sospetti
botti di capodanno
nascita di un bambino
atteggiamenti
ulula
razze carattere
l'arrivo degli ospiti
l'ospite sgradito
rincorre
incontri con cani convivenza tra cani
diffidenza
aggressività
aggressioni
attacchi a bambini
pacificazione
falsa gravidanza
sterilizzazione


FOBIE-STRESS

stress
fobia?
noia
separazione
paura di rumori forti
paura dell'auto
paura del traffico
paura dei tuoni
paura dell'ospite
paura estranei 1
paura estranei 2

 

ANEDDOTI

NERGIO CHI?

CURIOSITA'

Questioni Legali

i ritratti di MANU
MALATTIE

chiedi AIUTO


Se sei su Facebook chiedi l'amicizia a NERGIO
il rischio di bocconi avvelenati (scheda)
i cani possono imparare ...l'educazione secondo Nergio
comportamento

Considerazioni:
Il fenomeno dei bocconi avvelenati è molto diffuso e, anche se oggi non ti tocca direttamente, non devi pensare di essere immune dall'essere coinvolto. Ogni anno centinaia di cani (e gatti) in tutta Italia sono vittime di sostanze velenose gettate volutamente da criminali senza scrupoli. Le ragioni per cui i cani vengono più spesso avvelenati: abbaiano al passaggio di estranei disturbando, danno fastidio ai vicini con la loro presenza, sono considerati mordaci e pericolosi, oppure soltanto perché il padrone è antipatico e non si ha il coraggio di dirglielo in faccia. Molte delle vittime poi, sono quei cani deputati a fare la guardia alla proprietà; lasciati soli a difendere qualcosa di cui non conoscono neppure il valore, mandati allo sbaraglio contro delinquenti che, per neutralizzarli, non si fermano di fronte a nulla. Altro caso potrebbe essere l'ingerimento di bocconi avvelenati abbandonati per combattere volpi, faine o altri animali selvatici nocivi in particolare agli allevamenti di selvaggina.
E' necessario prendere provvedimenti ed affrontare un ciclo di educazione che preveda la riduzione del rischio di raccolta di bocconi.
In casa:
  • evita di dare supplementi fuori pasto, deve imparare ad avere degli orari per alimentarsi, possibilmente usando sempre la stessa ciotola posizionata nello stesso luogo
  • gli eventuali premi alimentari non devono mai essere gettati o posati a terra ma dati direttamente in bocca con le mani
  • i premi non devono mai essere dati in abbondanza, devono essere premi, non spuntini
  • se il cane ha attitudine a leccare insistentemente, non favorirlo e interrompi immediatamente
  • intraprendi un ciclo educativo di base (seduto, fermo, terra, guinzaglio) con premi alimentari
  • se noti che presta attenzioni particolari a qualche oggetto tenendolo in bocca, chiamalo invitandolo a venire da te e premialo quando ti raggiunge
  • in casa, se noti che sta annusando con insistenza il pavimento o un oggetto, chiamalo invitandolo a venire da te, premialo quando ti raggiunge
  • non tentare mai di togliere ciò che ha in bocca, potrebbe pensare che gli vuoi rubare la preda che ha conquistato
  • non dare a vedere che sei interessato a quello che ha in bocca, proponi un'alternativa allettante ed invitalo ad appropriarsene
  • non accarezzarlo quando ha l'oggetto indesiderato in bocca, non deve avere approvazione per ciò che sta facendo, accarezzalo dopo che lo ha lasciato
  • è molto utile anche il sistema della pallina
  • inventati una pratica dell'allegria, utile a distrarre il cane ed attirare su te la sua attenzione

Fuori casa:
  • se la zona che frequenti è a rischio, fagli indossare una museruola, sarà fastidiosa all'inizio, ma con il tempo si abituerà. Meglio un cane leggermente infastidito che un cane avvelenato. Naturalmente tutte le precauzioni vanno mantenute come se non indossasse la museruola.
  • adotta gli atteggiamenti collaudati in casa, usando gli stessi toni e le stesse espressioni
  • adotta i sistemi suggeriti per la pica e la coprofagia
  • non permettergli di accettare cibo da estranei
  • non permettere che mangi fuori casa, fornisci solo bocconcini premio
  • non permettergli di insistere nell'annusare un particolare oggetto; attento a NON trascinarlo ma ad invitarlo ad allontanarsi, potrebbe accanirsi e ingerirlo per non perderlo
  • non permettere agli estranei di chiamarlo per nome, deve imparare ad ubbidire solo a te ed ai componenti del gruppo
  • gli amici, anche se sono abituali, non dovranno giocare troppo a lungo con lui, deve imparare a non dare troppa confidenza a coloro che non fanno parte del gruppo
  • pur socializzando deve diffidare di coloro che non conosce perciò, non deve essere troppo cordiale con estranei
In giardino:
  • molto utile la costruzione di un box dedicato al cane, dove chiuderlo in sicurezza quando necessario
  • dovendo lasciare il cane solo a difesa della proprietà, è preferibile chiuderlo nel suo box, oppure in un ambiente che lo metta al sicuro da malintenzionati. Se hai necessità di proteggere qualcosa di valore, prendi in considerazione altri sistemi, il cane è troppo prezioso per essere messo in gioco
  • se la recinzione gli permette di infilarci il muso, rendila più sicura con una rete metallica a maglie strette. Vale lo stesso principio per il cancello d'ingresso
  • non permettere che si accanisca con i passanti o con i vicini, se necessario rendi cieca la recinzione, vale lo stesso principio per il cancello d'ingresso
  • non dargli mai da mangiare in giardino, limitati ai premi educativi
  • non lasciare troppe feci abbandonate, puoi lasciare le ultime
  • anche se ha molto spazio a disposizione, portalo fuori e fagli ispezionare i confini dall'esterno, non deve essere incuriosito da ciò che sta fuori

Qualche esercizio:
  • il cane deve conoscere i comandi base ed avere un buon affiatamento con te o con il conduttore del momento
  • deponi in giardino, e se ti è possibile anche all'esterno, qualche boccone appetibile sistemato per essere trovato
  • muoviti con il cane al guinzaglio portandoti nei pressi dell'esca e fai in modo che la noti
  • non appena ti rendi conto che ha capito che potrebbe essere qualcosa di commestibile, richiama la sua attenzione, chiamandolo per nome, in modo allegro e molto coinvolgente (pratica dell'allegria). Se dovesse insistere pronuncia il comando NO in modo imperativo
  • allontanati senza trascinarlo; fai in modo che ti segua e, quando sei a qualche metro dall'esca, premialo e congratulati con lui. Ripeti questa pratica fino a quando non noti una sua attiva partecipazione.
  • esegui l'esercizio con bocconi di natura sempre diversa, in ambienti diversi ed in ore o contesti diversi. Più il cane è esperto e maggiori sono le probabilità che il sistema funzioni.
  • conclusa la fase con il guinzaglio, muoviti con il cane libero e,portandoti nei pressi dell'esca, fai in modo che la noti
  • richiama la sua attenzione chiamandolo per nome e battendo le mani
  • non appena ti guarda, invitalo a raggiungerti in modo allegro e molto coinvolgente (pratica dell'allegria)
  • Se dovesse insistere pronuncia il comando NO in modo imperativo
  • non appena ti raggiunge, premialo e congratulati con lui. Ripeti questa pratica aumentando gradualmente la distanza tra te e lui
  • attento che non mangi l'esca, potrebbe vanificare il lavoro fatto fino ad oggi

Conclusione: ogni volta che lo vedi indugiare annusando con insistenza un punto qualsiasi, metti in pratica tutti i segnali utili ad interrompere i suoi proponimenti, meglio stressarlo per nulla che rischiare oltre. Ricorda che il cane lasciato solo è libero di prendersi qualsiasi iniziativa perciò, anche quando sei certo che diffida dei bocconi trovati abbandonati, non ti fidare e prendi tutte le precauzioni possibili a limitare il rischio. Vorrei ricordarti che esistono metodi cruenti per impedire che il cane ingerisca dei bocconi ma, personalmente preferisco adottare sistemi gentili con qualche fastidio in più, piuttosto che avere un cane malato mentalmente per avere delle labili certezze. Tieni gli occhi aperti sempre.

torna al menu

CUCCIOLI


PRIMI PASSI


CANI TIPO

MONDO CANE

MODI D'USO


LE MIE STORIE


NOZIONI


LEGISLAZIONE