un cane
non si acquista,
si adotta,
ed è per sempre!!
il cane è il miglior
amico dell'uomo ma l'uomo, è il miglior
amico del cane?

EDUCAZIONE

autoeducazione
una buona ragione
proposta BASE
seduto
comando NO
basta
il gioco
il collare
il guinzaglio
senza guinzaglio
condotta
seduto fermo
fermo in movimento
la museruola
terra
terra fermo
controllo
il cane chiede
lascia
ostacoli
angoli ciechi
vieni
vieni al piede
vieni torna
la pallina (riporto)
in auto con il cucciolo
in auto con l'adulto
pratica dell'allegria
dai la zampa
aspetta
a cuccia


SORDITA'

preparazione
seduto
seduto fermo
terra
terra fermo


DISABILITA'

considerazioni
come fare
attività fisiologiche
il pasto
in auto - passeggio
cura delle zampe


CORREZIONI
BRUTTI VIZI
COMPORTAMENTO

evasioni
bocconi sospetti
botti di capodanno
nascita di un bambino
atteggiamenti
ulula
razze carattere
l'arrivo degli ospiti
l'ospite sgradito
rincorre
incontri con cani convivenza tra cani
diffidenza
aggressività
aggressioni
attacchi a bambini
pacificazione
falsa gravidanza
sterilizzazione


FOBIE-STRESS

stress
fobia?
noia
separazione
paura di rumori forti
paura dell'auto
paura del traffico
paura dei tuoni
paura dell'ospite
paura estranei 1
paura estranei 2

 

ANEDDOTI

NERGIO CHI?

CURIOSITA'

Questioni Legali

i ritratti di MANU
MALATTIE

chiedi AIUTO


Se sei su Facebook chiedi l'amicizia a NERGIO
seduto      (scheda )
i cani possono imparare ...l'educazione secondo Nergio
educazione

Il comando seduto è il primo che si impartisce al cane. E' indispensabile per il controllo comportamentale e da questo semplice esercizio partono tutti i metodi di educazione.
Dotazioni:
  • Uno o più giochi con cui il cane gioca piacevolmente, meglio se in lattice.
  • Bocconcini premio di cui il cane è molto ghiotto.
Atteggiamenti:
  • Evita di guardare negli occhi il cane.
  • Evita di parlare.
  • Evita il contatto fisico con il cane.
Tempi
  • è da considerarsi il primo comando da insegnare.
  • 0-15 minuti 1-2 volte al giorno o più distanziate di qualche ora.
  • alcuni giorni, fino ad acquisizione. 
  • per cuccioli di qualche mese in poi.
Azioni:
  1. Tieni nella mano destra un gioco o il bocconcino. La mano sinistra non è interessata perciò deve restare neutra vicina al corpo o dietro la schiena.
  2. Richiama l’attenzione del cane, non devi raggiungerlo, deve venire lui da te
  3. Fagli riconoscere ciò che hai in mano ed invitalo ad appropriarsene. Stimolo
  4. Continua solo se il cane è molto interessato, altrimenti sostituisci le dotazioni.
  5. Poniti di fronte al cane, piegati leggermente in avanti, il braccio destro rilassato (non teso) con la mano poco sopra i suoi occhi.
  6. Fai in modo che per addentare l’oggetto sia costretto ad alzare la testa ed indietreggiare
    • Se è riuscito ad appropriarsi di ciò che hai in mano, interrompi l’esercizio e riprendi solo dopo qualche minuto con un gioco alternativo. Fai attenzione a non farlo vincere troppe volte, rischieresti di vanificare la validità del sistema.
    • Se si allontana disinteressato, sostituisci il gioco e torna al punto 2. Interrompi dopo qualche tentativo non riuscito, ripeterai tutto l’indomani.
    • Se indietreggia seguilo, prima con la mano poi eventualmente facendo qualche passetto in avanti. Non spostarti più di tanto, nel caso interrompi senza premiarlo, ripeterai dopo qualche minuto dal punto 2
    • Se il cane tende a piegare le zampe posteriori come per sedersi, continua nell’azione fino a quando è seduto completamente. (ha già imparato qualcosa) Risposta
  7. Con il cane nella posizione di seduto gli permetterai di appropriarsi del gioco o del bocconcino (premio per ciò che ha fatto). Rinforzo positivo.
  8. Allontanati di qualche passo, lasciandolo giocare o mangiare.
  9. Ripeti per alcune volte questi esercizi (possono anche passare giorni).
    • Se ti rendi conto che il cane non ha capito che per ottenere l’oggetto desiderato deve sedersi, interrompi, continuerai l’indomani.
    • Se ti rendi conto che il cane ha capito che per ottenere l’oggetto desiderato deve sedersi, ripeti l’operazione e, mentre piega le zampe posteriori, pronuncia la parola "seduto" con tono invitante e non come comando, scandisci molto bene le sillabe (se..du..to). Dagli l’oggetto desiderato accompagnato da una carezza con la mano sinistra ed una parola di lode es.: bravo (premi per ciò che ha saputo fare).
  10. Quando il cane tenderà a sedersi alla sola vista dell’oggetto desiderato, devi pronunciare comunque la parola seduto.
  11. Proseguendo negli esercizi la parola seduto sarà sempre più naturale e meno scandita,  ma sempre con tono invitante.
  12. Si considera acquisito il comando seduto quando, senza la vista dell’oggetto ed alla sola parola seduto il cane si siederà.
  13. Per le prime volte, ogni esercizio eseguito correttamente dovrà essere accompagnato dai premi: alimentari (bocconcini), fisici (carezze), verbali (bravo).
  14. In futuro basterà un premio solo dei tre citati. Per gratificare il cane per gli esercizi ben eseguiti dovrai diversificare il più possibile la scelta dei premi.
  15. In futuro, a comando acquisito, non dovrai mai premiarlo se si siede senza che gli venga impartito l'ordine
sequenza finale del comando
pronuncia il comando SEDUTO con tono naturale.
concedi il giusto PREMIO.

torna al menu

 

 

CUCCIOLI


PRIMI PASSI


CANI TIPO

MONDO CANE

MODI D'USO


LE MIE STORIE


NOZIONI


LEGISLAZIONE