un cane
non si acquista,
si adotta,
ed è per sempre!!
il cane è il miglior
amico dell'uomo ma l'uomo, è il miglior
amico del cane?

EDUCAZIONE

autoeducazione
una buona ragione
proposta BASE
seduto
comando NO
basta
il gioco
il collare
il guinzaglio
senza guinzaglio
condotta
seduto fermo
fermo in movimento
la museruola
terra
terra fermo
controllo
il cane chiede
lascia
ostacoli
angoli ciechi
vieni
vieni al piede
vieni torna
la pallina (riporto)
in auto con il cucciolo
in auto con l'adulto
pratica dell'allegria
dai la zampa
aspetta
a cuccia


SORDITA'

preparazione
seduto
seduto fermo
terra
terra fermo


DISABILITA'

considerazioni
come fare
attività fisiologiche
il pasto
in auto - passeggio
cura delle zampe


CORREZIONI
BRUTTI VIZI
COMPORTAMENTO

evasioni
bocconi sospetti
botti di capodanno
nascita di un bambino
atteggiamenti
ulula
razze carattere
l'arrivo degli ospiti
l'ospite sgradito
rincorre
incontri con cani convivenza tra cani
diffidenza
aggressività
aggressioni
attacchi a bambini
pacificazione
falsa gravidanza
sterilizzazione


FOBIE-STRESS

stress
fobia?
noia
separazione
paura di rumori forti
paura dell'auto
paura del traffico
paura dei tuoni
paura dell'ospite
paura estranei 1
paura estranei 2

 

ANEDDOTI

NERGIO CHI?

CURIOSITA'

Questioni Legali

i ritratti di MANU
MALATTIE

chiedi AIUTO


Se sei su Facebook chiedi l'amicizia a NERGIO
stress      (scheda)
i cani possono imparare ...l'educazione secondo Nergio
.fobie

definizione:
......... risposta funzionale con cui l'organismo reagisce a uno stimolo più o meno violento (stressor) di qualsiasi natura (......... traumatica, emozionale, ecc.).
il vocabolario Treccani

Tutti gli stress traumatici prolungati, vanno attentamente annullati allo scopo di evitare la loro trasformazione in vere e proprie fobie, difficilmente controllabili.
Al fine di educare il cane e dandogli modo di fare esperienze utili, sarebbe opportuno renderlo capace di sopportare gli stress naturali a cui potrà essere sottoposto. Naturalmente è necessario abituarlo gradualmente alla loro sopportazione ed eventualmente riproporli di tanto in tanto come ricordo non spiacevole.
Alcuni esempi: > rumori violenti: (fuga, tremore, disorientamento)
approfitta della convivenza in casa per abituarlo al classico rumore della porta che sbatte, prima molto lentamente, poi in modo più violento. Durante le passeggiate, sosta spesso in prossimità di luoghi molto trafficati in modo che si abitui ai rumori cittadini. Se hai occasione, puoi riprodurre anche altri rumori possibili e ricorrenti nella vita quotidiana.

oggetti ingombranti: (fuga, tremore, disorientamento)
prima che possa essere necessario, devi abituarlo alla presenza o alla comparsa di oggetti ingombranti che possono creare inutili angosce. L'apertura di un ombrello potrebbe spaventarlo, perciò abitualo alla sua presenza, muovendolo in casa dove passerebbe inosservato. Lo stesso metodo può essere usato con scatoloni o altri oggetti ingombranti.

presenze minacciose: (riflesso di difesa attiva, (rifiuto d'ubbidienza)
utile frequentare ambienti con presenze umane sconosciute per avere un buon livello sociale ed anche perchè si renda conto che gli umani, solitamente sono innocui. Frequenta ambienti in cui puoi trovare altri cani con i quali può socializzare e giocare. Attento, favorisci contatti con cani conosciuti o sotto controllo del loro padrone per evitare lo stress da minacce o zuffe.

isolamento: (abbaiare, raspare, ululare, infierire su oggetti, automutilazione)
abitualo a restare solo anche per pochi momenti, può essere utile a sopportare lunghe permanenze in casa senza la presenza dei padroni. Puoi fare una buona simulazione, quando sei in casa, chiudendolo in una stanza da solo per poi entrare, come per caso, nei momenti in cui non chiede di uscire. E' anche importante che accetti di rimanere, senza problemi, con persone sconosciute utili in casi di emergenza.

alimentari: (scarsa igiene casalinga, richieste alimentari, problemi digestivi)
utile, a volte, ritardare o anticipare volutamente la somministrazione del pasto, allo scopo di procurare un disorientamento alimentare, al quale si deve abituare in caso di impedimento reale. La simulazione dovrebbe essere proposta anche in occasione delle uscite giornaliere. L'intervento sull'orologio biologico, ha lo scopo di rendere più elastiche le sue abitudini.

orientamento: (mal d'auto, vomito, abbaiare, guaire, disorientamento)
fin da piccolo, è necessario abituarlo a piccoli viaggi in auto o se necessario su mezzi pubblici. Molti problemi di mal d'auto o di nervosismo da orientamento, sono dovuti alla inesperienza della precarietà del suolo ed alla mancanza di equilibrio fisico.

ressa, folla: (fuga, tremore, rifiuto d'ubbidienza, disorientamento)
in linea di massima è consigliabile evitare o stare ai margini di luoghi molto frequentati o particolarmente affollati ma, l'eventualità di trovarsi in tali condizioni è reale, perciò è utile abituarlo alla ressa umana ed ai contatti fortuiti inevitabili. Portalo inizialmente in mercati o fiere, fino ad arrivare a manifestazioni sportive o luna park. Considerando che per il cane è uno stress particolarmente acuto, è consigliabile esporlo il meno possibile a queste condizioni.

veterinario: (rifiuto delle visite, tremore, disorientamento)
considerando che dal veterinario lo devi portare alcune volte all'anno, è utile in qualche occasione, portarcelo anche se non è necessario. In accordo con il tuo veterinario, ti rechi in ambulatorio, ti fermi in sala d'attesa, ti comporti come al solito e, se accetta, lo premi , aspetti qualche minuto poi esci e torni a casa, è importante che nessuno abbia contatti con lui. Uscendo dall'ambulatorio, gioca allegramente con lui e ricordati di premiarlo per il buon comportamento.

L'accompagnatore ed il veterinario possono intervenire:
  • rassicurarlo proponendosi come capo branco
  • avere la sua totale fiducia
  • portarlo dal veterinario simulando una visita senza contatti
  • passare passeggiando nei pressi dell'ambulatorio
  • non farlo salire in auto solo per recarsi dal veterinario
  • evitare le lunghe permanenze in sala d'attesa
  • evitare le zuffe fra cani in attesa
  • quando è possibile visitarlo senza metterlo sul tavolo
  • quando è possibile evitare il contatto diretto con il metallo del tavolo
  • quando è possibile evitare il camice bianco
  • dopo la visita permanere in ambulatorio per qualche minuto ignorandolo
  • se possibile lasciarlo esplorare l'ambulatorio
  • nei casi gravi, quando è possibile, chiedere la visita a domicilio
Anche se è importante evitare traumi inutili, non si deve porre il cane sotto una campana di vetro perciò, con il tempo, è necessario abituarlo a visite più tradizionali.

CUCCIOLI


PRIMI PASSI


CANI TIPO

MONDO CANE

MODI D'USO


LE MIE STORIE


NOZIONI


LEGISLAZIONE