un cane
non si acquista,
si adotta,
ed è per sempre!!
il cane è il miglior
amico dell'uomo ma l'uomo, è il miglior
amico del cane?

EDUCAZIONE

autoeducazione
una buona ragione
proposta BASE
seduto
comando NO
basta
il gioco
il collare
il guinzaglio
senza guinzaglio
condotta
seduto fermo
fermo in movimento
la museruola
terra
terra fermo
controllo
il cane chiede
lascia
ostacoli
angoli ciechi
vieni
vieni al piede
vieni torna
la pallina (riporto)
in auto con il cucciolo
in auto con l'adulto
pratica dell'allegria
dai la zampa
aspetta
a cuccia


SORDITA'

preparazione
seduto
seduto fermo
terra
terra fermo


DISABILITA'

considerazioni
come fare
attività fisiologiche
il pasto
in auto - passeggio
cura delle zampe


CORREZIONI
BRUTTI VIZI
COMPORTAMENTO

evasioni
bocconi sospetti
botti di capodanno
nascita di un bambino
atteggiamenti
ulula
razze carattere
l'arrivo degli ospiti
l'ospite sgradito
rincorre
incontri con cani convivenza tra cani
diffidenza
aggressività
aggressioni
attacchi a bambini
pacificazione
falsa gravidanza
sterilizzazione


FOBIE-STRESS

stress
fobia?
noia
separazione
paura di rumori forti
paura dell'auto
paura del traffico
paura dei tuoni
paura dell'ospite
paura estranei 1
paura estranei 2

 

ANEDDOTI

NERGIO CHI?

CURIOSITA'

Questioni Legali

i ritratti di MANU
MALATTIE

chiedi AIUTO


Se sei su Facebook chiedi l'amicizia a NERGIO
controllo (richiamo)      (scheda)
i cani possono imparare ...l'educazione secondo Nergio
educazione

il controllo del cane non si deve solo raggiungere...si deve mantenere

Il controllo del cane è indispensabile per poter affrontare tutte le situazioni, prevedibili od imprevedibili, che possono verificarsi durante la vita quotidiana.
Per controllo totale si intende riuscire ad interrompere tutte le azioni che il cane sta svolgendo in ogni momento, ed avere la sua attenzione per eseguire il comando che subito dopo verrà impartito. Questa condizione è ottenuta molto raramente dai padroni dei cani ed è per questa ragione che spesso sorgono problemi comportamentali difficilmente risolvibili. Un controllo è tanto più efficace, quanto più profondi sono la fiducia ed il rispetto che il cane ha nei confronti del suo padrone. La fiducia ed il rispetto non ci sono dovuti, si devono conquistare sul campo, sono condizioni che nascono e si fissano durante la vita quotidiana con la coerenza comportamentale e la semplicità del linguaggio. Si deve tenere presente che un cane ha una capacità di elaborazione elementare, perciò i nostri segnali diretti devono essere molto semplici e non devono richiedere il ben che minimo ragionamento per essere interpretati. é indispensabile educare il cane al seduto e seduto-fermo e fissare bene il comando.

Dotazioni:
  • collare accettato e ben indossato dal cane
  • guinzaglio conosciuto e sopportato dal cane
  • bocconi appetibili da premio
Azioni:
  1. fase 1 (approccio)
    • quando il cane è impegnato in una azione qualsiasi in cui non ti vede coinvolto, chiamalo per nome con voce invitante
    • invoglialo a venire da te, puoi usare una parola come "vieni" o altra in tono invitante. Evita le frasi.
    • fai in modo che il guinzaglio non si veda 
      • se tende a non ubbidire, inizialmente, riduci la distanza tra te e lui e dagli una buona ragione per raggiungerti
    • quando ti ha raggiunto dagli il comando seduto con tono invitante
    • aspetta qualche istante poi premialo (bocconi - carezze - complimenti)
    • fingi di collegare il guinzaglio al collare
    • dagli un comando che lo liberi di andarsene
    • l'esercizio deve essere eseguito con tono gradevole e giocoso
    • il cane deve rispondere con entusiasmo
    • ripeti l'esercizio in momenti e situazione diverse usando tempi diversi
  2.  fase 2 (comando)
    • dovete aver suparato brillantemente la fase 1
    • quando il cane è impegnato in una azione qualsiasi in cui non ti vede coinvolto, chiamalo per nome con tono imperativo
    • convincilo a raggiungerti, pronunciando la parola che hai stabilito nella fase 1 "vieni" con tono autoritario
    • il richiamo deve essere fatto una sola volta, se sei costretto a ripeterlo, torna alla fase 1 
    • quando ti ha raggiunto dagli il comando seduto-fermo
    • aspetta qualche istante poi premialo oralmente
      • nel ripetere l'esercizio, di tanto in tanto, premialo con bocconcini o carezze come nella fase 1
    • mettigli il guinzaglio e allontanati invitandolo a seguirti
      • nel ripetere l'esercizio, di tanto in tanto, lascialo libero di andarsene come nella fase 1
    • l'esecuzione del comando non deve assolutamente essere sopportato dal cane ma eseguito con gioia in quanto necessario e piacevole pertanto, se hai la sensazione che il cane subisca l'esercizio, torna temporaneamente alla fase 1
Potrebbe essere utile l'adozione della "pratica dell'allegria".
Il controllo è ottenuto quando il cane interrompe immediatamente le sue faccende al primo richiamo, ti raggiunge in modo giocoso e si siede davanti a te senza bisogno di dare altri comandi. Questo  è uno dei pochi esercizi in cui la gratificazione non è solo utile ma dovuta.

torna al menu

 

 

CUCCIOLI


PRIMI PASSI


CANI TIPO

MONDO CANE

MODI D'USO


LE MIE STORIE


NOZIONI


LEGISLAZIONE