un cane
non si acquista,
si adotta,
ed è per sempre!!
il cane è il miglior
amico dell'uomo ma l'uomo, è il miglior
amico del cane?

EDUCAZIONE

autoeducazione
una buona ragione
proposta BASE
seduto
comando NO
basta
il gioco
il collare
il guinzaglio
senza guinzaglio
condotta
seduto fermo
fermo in movimento
la museruola
terra
terra fermo
controllo
il cane chiede
lascia
ostacoli
angoli ciechi
vieni
vieni al piede
vieni torna
la pallina (riporto)
in auto con il cucciolo
in auto con l'adulto
pratica dell'allegria
dai la zampa
aspetta
a cuccia


SORDITA'

preparazione
seduto
seduto fermo
terra
terra fermo


DISABILITA'

considerazioni
come fare
attività fisiologiche
il pasto
in auto - passeggio
cura delle zampe


CORREZIONI
BRUTTI VIZI
COMPORTAMENTO

evasioni
bocconi sospetti
botti di capodanno
nascita di un bambino
atteggiamenti
ulula
razze carattere
l'arrivo degli ospiti
l'ospite sgradito
rincorre
incontri con cani convivenza tra cani
diffidenza
aggressività
aggressioni
attacchi a bambini
pacificazione
falsa gravidanza
sterilizzazione


FOBIE-STRESS

stress
fobia?
noia
separazione
paura di rumori forti
paura dell'auto
paura del traffico
paura dei tuoni
paura dell'ospite
paura estranei 1
paura estranei 2

 

ANEDDOTI

NERGIO CHI?

CURIOSITA'

Questioni Legali

i ritratti di MANU
MALATTIE

chiedi AIUTO


Se sei su Facebook chiedi l'amicizia a NERGIO
stile di vita
i cani possono imparare ...l'educazione secondo Nergio
.nozioni

Nonostante ogni famiglia abbia una propria condotta (stile), per quanto riguarda la convivenza con gli animali, di solito ogni componente ha un rapporto del tutto personale e individuale con il proprio cane che molto spesso, essendo diverso o contrastante con quello degli altri, diventa incoerente e completamente diseducativo.
Alcuni lo vorrebbero coccolone come un peluche da pasticciare, sempre disponibile, che possa salire con loro su divani e letti, altri lo vorrebbero dinamico e sportivo, sempre pronto al gioco e alla contesa, disponibile alle passeggiate movimentate e avventurose pronto ad affrontare ogni disagio, altri ancora lo vorrebbero ubbidiente come un soldatino a cui dare ordini in tedesco, distaccato e imperturbabile come uscito da un severo collegio svizzero.
Tutti buoni propositi ai quali il cane saprebbe adattarsi ma, se si vogliono ottenere dei risultati almeno accettabili a livello educativo, tutta la famiglia deve essere coerente sugli atteggiamenti da tenere, in caso contrario il cane prenderà la strada più comoda prendendosi delle libertà incontrollabili.
Se lo stile di vita tenuto dalla famiglia fino ad oggi NON ha prodotto risultati positivi, probabilmente sarebbe utile rivederlo ed eventualmente adattarlo al carattere del cane. I comportamenti del cane si basano su reali punti di riferimento che gli permettono di avere delle certezze sull'esito finale; se vogliamo cambiare le cose è necessario mettere il cane in condizioni di rivedere le sue convinzioni orientandosi su stimoli e riflessi diversi. Ad esempio si potrebbe partire dalla modifica dell'ora dei pasti, ritardare o anticipare le uscite, cambiare l'ora dedicata all'educazione, spostare o cambiare il giaciglio e altro di questo genere. Trovandosi spiazzato senza nulla ci certo e di prevedibile, il cane è costretto a cercare nuovi punti di riferimento, bene, questo è il momento per instaurare un nuovo stile di vita dove siamo noi a dettarne le regole, ciò che più conta è che siano univoche e coerenti tra tutti i componenti della famiglia.
Ricordiamo che il confine tra il momento in cui il cane chiede per avere e quello in cui invece agisce di propria iniziativa al fine di ottenere qualcosa senza di noi è veramente sottile perciò dobbiamo essere molto attenti a non permettergli di avere soddisfazioni senza il nostro intervento o la nostra approvazione.
Gli interventi correttivi possono dividersi in due categorie ben distinte; quelli che agiscono in modo immediato sul comportamento come effetto prodotto da una causa e quelli invece che agiscono sulla causa che ha generato il comportamento corrispondente.
Personalmente scelgo sempre la strada più difficile, più lunga ma certamente più duratura che è quella di intervenire sulla causa e non sull'effetto.


nozioni

CUCCIOLI


PRIMI PASSI


CANI TIPO

MONDO CANE

MODI D'USO


LE MIE STORIE


NOZIONI


LEGISLAZIONE