un cane
non si acquista,
si adotta,
ed è per sempre!!
il cane è il miglior
amico dell'uomo ma l'uomo, è il miglior
amico del cane?

EDUCAZIONE

autoeducazione
una buona ragione
proposta BASE
seduto
comando NO
basta
il gioco
il collare
il guinzaglio
senza guinzaglio
condotta
seduto fermo
fermo in movimento
la museruola
terra
terra fermo
controllo
il cane chiede
lascia
ostacoli
angoli ciechi
vieni
vieni al piede
vieni torna
la pallina (riporto)
in auto con il cucciolo
in auto con l'adulto
pratica dell'allegria
dai la zampa
aspetta
a cuccia


SORDITA'

preparazione
seduto
seduto fermo
terra
terra fermo


DISABILITA'

considerazioni
come fare
attività fisiologiche
il pasto
in auto - passeggio
cura delle zampe


CORREZIONI
BRUTTI VIZI
COMPORTAMENTO

evasioni
bocconi sospetti
botti di capodanno
nascita di un bambino
atteggiamenti
ulula
razze carattere
l'arrivo degli ospiti
l'ospite sgradito
rincorre
incontri con cani convivenza tra cani
diffidenza
aggressività
aggressioni
attacchi a bambini
pacificazione
falsa gravidanza
sterilizzazione


FOBIE-STRESS

stress
fobia?
noia
separazione
paura di rumori forti
paura dell'auto
paura del traffico
paura dei tuoni
paura dell'ospite
paura estranei 1
paura estranei 2

 

ANEDDOTI

NERGIO CHI?

CURIOSITA'

Questioni Legali

i ritratti di MANU
MALATTIE

chiedi AIUTO


Se sei su Facebook chiedi l'amicizia a NERGIO
Benito il cucciolotto di Alessandro e Serena
i cani possono imparare ...l'educazione secondo Nergio
leggende


Ciao Nergio,
purtroppo ti ho scoperto solo oggi, che Benito non c'è più da due giorni.
Benito era un cucciolotto che, il giorno che mi sono trasferito a casa nuova con Serena (29-03-2008), la mia fidanzata, ha deciso di venire con noi. Io pensavo fosse uno dei randagetti del quartiere, mentre nel quartiere pensavano che l'avessi portato io! Da subito si è avvicinato ed è stato affettuoso. Noi non abbiamo mai avuto animali, quindi abbiamo avuto molte difficoltà, ma lui ci ha aiutato molto. Rimaneva fuori a dormire sul portico, dove mettevamo una copertina, tanto a marzo era già primavera. Crediamo che sia stato abbandonato, per diversi motivi: 1) paura delle scatole 2) appena visto il guinzaglio, ha chinato la testa per farselo mettere 3) Rincorreva le auto abbaiando alle ruote e infilandoci quasi la testa sotto (questo sarà il suo punto fatale!) 4) Nella mia auto è salito da subito, senza problemi.
Un giorno ho visto che si stava gonfiando in gola ma non ho dato peso alla cosa pensando che fosse come per gli uomini (a me succede spesso che delle ghiandole si infiammino). Siamo arrivati al punto che l'ascesso gli è esploso e abbiamo chiamato il veterinario, che lo ha dovuto esplorare nella ferita con uno strumento, senza anestesia. Il veterinario mi chiese di tenerlo stretto, ma io sentendolo guaire mi misi a piangere. Allora Benito si mise lui a far coraggio a me, stringendo i denti e respirando profondamente, ma senza lamentarsi per il dolore. Mi dava i baci! Il veterinario mi ha spiegato che Benito aveva un paio di anni... me lo aspettavo più vecchio.
Dopo l'intervento, è rimasto un paio di giorni spaurito, si nascondeva sotto un canale dell'acqua piovana, lo stesso che utilizzò dopo la prima zuffa con altri cani. Poi è diventato più ubbidiente e accorto, certe cose non le faceva più. Non lo abbiamo mai legato o rinchiuso perché pensavamo che avrebbe sofferto (ah, avessi trovato prima il tuo sito!).
Quest'estate è stato dalla vicina di casa i 5 giorni che siamo mancati, ma è stato felice e giocherellone come sempre, assieme a Chicca, la sua fidanzata. Poi Chicca ha partorito, ma non sono sicuro che i figli siano di Benito, perchè sono diversi sia da lei che da lui..... sapessi che sono di Benito, me ne terrei uno. Lui, quando gli capitava un cucciolo tra le zampette, scappava.
Benito era davvero un amico, pensa che quando facevo qualche lavoretto alla caldaia o al pozzo, per esempio, rimaneva a guardarmi con la bocca spalancata, seguendo con lo sguardo quel che facevo. Gli piaceva come un matto farsi grattare la pancia! Odiava le campane della chiesa dietro casa: quando suonavano, piangeva come un matto! Poi con il tempo il pianto si è trasformato in ululato.
La notte ha sempre fatto il pazzo, abbaiando ai cani randagi della zona, quindi da un paio di settimane lo stavamo abituando a stare dentro casa, allungando man mano la permanenza (sotto la nostra sorveglianza) per arrivare a farlo stare senza uscire dalla sera alla mattina. Lunedì scorso non voleva uscire, lo ho accompagnato fuori, lui ha sbuffato e si è allungato sul suo tappetino, accanto al portone di casa, mi sono girato, sono entrato, ho chiuso a chiave, mi sono seduto sul divano e..... era di nuovo dentro! Era entrato come un gatto alle mie spalle mentre chiudevo la porta, senza fare neanche il rumore delle unghiette.
Io gli volevo davvero bene!
Martedì sono tornato dal lavoro alle 18:30, come al solito e lui non è venuto. Ho cominciato a fischiare per chiamarlo, pensando che fosse a casa di Chicca. E' uscita la vicina che mi ha detto che lo avevano investito... forse correva accanto ad un'automobile. Noi per fargli perdere l'abitudine lo sgridavamo, a volte gli davo una piccola sculacciata col giornale (assolutamente indolore). Lui capiva che non doveva farlo, perché quando tornava da una rincorsa, tornava timoroso, con le orecchiette basse e gli occhi tristi, ma forse era più forte di lui l'istinto di farlo. La vicina lo ha raccolto e lo ha tenuto fino a quando non è tornata Serena. Adesso la notte ci alziamo alle 4, all'ora che lui faceva caciara e ci svegliava, e ci mettiamo a piangere. Ci manca molto. Ma non piango per "egoismo", perché mi manca e quindi mi sento solo: piango perché non se lo meritava, il nostro cucciolotto. E forse, se avessimo letto prima i tuoi consigli, non sarebbe successa la cosa.
Adesso non sappiamo se prendere uno di quei cuccioli o meno. Forse è troppo presto, ma se fossero di Benito sarebbe bello averne uno.
Ciao Nergio.
Alessandro F.

La storia di Benito è stata mandata da Alessandro di Frosinone
.
se hai una storia credibile da raccontare klikka quì

leggende

CUCCIOLI


PRIMI PASSI


CANI TIPO

MONDO CANE

MODI D'USO


LE MIE STORIE


NOZIONI


LEGISLAZIONE